Buio omega

di Joe D'Amato (1979)

Autori della recensione: Alex77

Horror dall'atmosfera malata e necrofila firmato da una grande regia di Joe D'Amato cui fa da sfondo una complessa e malsana storia d'amore con protagonista il giovane e taciturno Francesco, ossessionato dal ricordo della sua ragazza morta e da Iris, la levatrice morbosa e assillante della villa in cui abita.
Si inizia col giovane che ha l'hobby dell'imbalsamazione, subito impegnato ad affrontare la perdita della fidanzata a seguito di una macumba perpetrata da una fattucchiera assoldata da Iris, che ha come solo scopo quello di essere sadicamente l'unica persona a stargli accanto entro la dimora.
Lui non se ne riesce a dar pace e dopo l'accaduto manifesta tutto il suo lato pi¨ morboso pianificando giÓ la sera dopo il funerale il folle progetto di trafugare la salma della giovane per poi imbalsamarla e tenersela accanto nel letto della propria camera. Da lý il nodo macabro e sanguinolento del film scopre le sue carte. Dopo aver assistito a tutte le fasi dell'imbalsamazione, veramente ben girate e impreziosite dall'ottima fotografia, il ragazzo non esita ad uccidere prima una ignara e imprudente autostoppista straniera incontrata al momento del trasporto del cadavere verso la villa e successivamente una ragazza conosciuta a fare footing qualche giorno dopo.
In tutti e due i casi assistiamo a scene tra le pi¨ truculente e disturbanti di sempre. Alla prima ragazza Francesco strappa le unghie con una tenaglia e, con la collaborazione e la copertura della compiacente Iris, la fa a pezzi e la scioglie nell'acido; la seconda invece la uccide con un morso durante l'amplesso accanto al letto dell'imbalsamata per poi gettarla ancora viva in un forno crematorio.
Anche successivamente alla sua promessa di matrimonio con la levatrice, il protagonista non lascerÓ minimamente perdere la morbosa contemplazione dell'amato cadavere ma, durante un altro abbordaggio di una bionda avvenuto in discoteca, alla villa irrompe la sorella gemella della fu fidanzata Anna. Iris tenta di ucciderla ma Francesco, visibilmente sconvolto da questo arrivo inaspettato, si mette in mezzo per difenderla ingaggiando una lotta furibonda e quanto mai splatter col risultato di uccidere sia la gelosa levatrice che sÚ stesso.
Un detective che stava indagando da tempo sul ragazzo giungerÓ nella stanza e accortosi che prima di morire Francesco aveva bruciato un cadavere porta via inconsapevolmente il corpo della gemella credendola Anna...
Bella la colonna sonora firmata dai Goblin, la regia innovativa di D'Amato poi non si fa mancare anche stavolta qualche scena erotica ma significativa; purtroppo in alcuni frangenti si nota che il cadavere di Anna, interpretata da Cinzia Monreale, non sta proprio fermo come dovrebbe e potrebbe sciupare un po' l'atmosfera agli spettatori pi¨ attenti.

Paese ITA
Attori principali Kieran Canter, Cinzia Monreale, Franca Stoppi, Sam Modesto, Anna Cardini, Edmondo Vallini
Genere [S]Cult
A chi Ŕ consigliato Imperdibile per tutti i fan dell'horror e di Joe D'amato. Agli anatomopatologi
Se ti piace guarda anche Un'autopsia.
ReperibilitÓ Si trova in DVD
Voto


="BuioOmega1"="BuioOmega2"
="BuioOmega3"="BuioOmega4"
="BuioOmegaZuppa"

Scrivi un commento o leggi cosa dicono di questo film