The barbarians

Locandina di

di Ruggero Deodato (1987)

Autori della recensione: dal forum: Crage

Amici di FilmBrutti.com, con grande piacere presento la recensione di Crage del film "The barbarians" dell'eclettico Ruggero Deodato. La recensione era stata scritta sul nostro forum ed Ŕ stata approvata dallo staff che aveva giÓ visionato la pellicola e che ha trovato i commenti di Crage competenti e abbastanza ridicoli. Buona lettura.
Il Frusta


Sotto l'effetto di potenti stupefacenti (suppongo una dose mortale di speed e LSD) Ruggero Deodato (regista di cannibal movie come Cannibal holocaust, giÓ visionato dallo staff) ci porterÓ in un mondo popolato da barbari stupidi come capre, saltimbanchi deficenti e draghi pupazzeschi!
La trama si basa su due ragazzini saltimbanchi che vengono catturati e torturati dal cattivo di turno; messi ai lavori forzati diventano il solito stereotipo del barbaro "tutto muscoli e niente cervello" (come afferma anche la voce narrante "essi non sono pi¨ uomini, ma barbari!", in quanto sarebbe un offesa al genere umano definirli tali). I due gemelli vengono quindi incaricati dalla loro regina, catturata anch'essa, di ritrovare la pietra della felicitÓ; dopo essersi fatti tutto l'harem del crudele despota (saranno stati in calore...) partono per un lungo viaggio senza neanche cambiarsi il tanga di pelle che portano dall'etÓ di 10 anni.
La pellicola raggiunge livelli di pura follia nella battaglia iniziale in cui feroci saltimbanchi si difendono a colpi di birillo da crudeli briganti (naturalmente c'Ŕ anche il mago tra i saltimbanchi, Ŕ truccato come Renato Zero e lancia sfere di cristallo esplosive in un inutile profluvio di petardi).
Nell'apparizione del drago, enorme verme dai movimenti esageratamente pupazzeschi, assisteremo poi all'ingresso dei barbari (una volta aperta una corsia secondaria) nella pancia del mostro, e li vedremo ricoprirsi del sangue della creatura (una viscida e disgustosa miscela verde composta principalmente da schifidor e muco animale)!
Le battute del film servono solo a sottolineare la stupiditÓ dei due protagonisti, essendo rimasti bloccati, nella fase di evoluzione umana, allo stato di Homo Erectus.
In una scena i due stanno combattendo l'uno contro l'altro, hanno un elmo in testa ed Ŕ 10 anni che non si vedono, ed ecco che uno toglie l'elmo all'altro con un colpo di spada ed esordisce con:
- "Che scherzo Ŕ questo! Tu hai la mia faccia!" continuando comunque a brandire la spada contro il fratello
- "Ma sei ricoglionito? Sono io! Tuo fratello!"
Infine, come non citare il grido di trionfo dei fratelli barbari, che assomiglia vagamente al grido della renna in calore! Tirando un sospiro di sollievo ci ricordiamo che, fortunatamente, loro sono barbari e non uomini!

Paese USA
Attori principali David Paul, Peter Paul, Richard Lynch, Eva LaRue Callahan
Genere Azione
A chi Ŕ consigliato Ai sostenitori dell'anabolizzante libero
Se ti piace guarda anche He Man e i dominatori dell'universo
ReperibilitÓ Alta
Voto


="Barb1"="Barb2"
="Barb3"="Barb4"

Scrivi un commento o leggi cosa dicono di questo film