Bambola meccanica - Cherry 2000

Locandina

di Steve De Jarnatt (1987)

Autori della recensione: Giulio, Marchi˝o

Questo insignificante lungometraggio da domenica pomeriggio, impreziosito dalla presenza di una giovanissima Melanie Griffith, si snoda in un futuro non lontano in cui pare le donne siano sostituite da bambole robotiche altamente perfezionate, che assurgono al ruolo delle odierne bambole gonfiabili.
Il protagonista della vicenda Ŕ un ricco borghese alla ricerca di un modello di bambola ormai introvabile che sarÓ costretto ad ingaggiare una impavida fanciulla (Melanie Griffith) per raggiungere un cimitero delle bambole sito in una zona sotto il controllo del solito pseudo dittatore psicopatico militarista.
Se l'ambientazione pu˛ risultare a tratti interessante e piacevolmente ridicola nel suo essere pesantemente kitsch, discorso a parte necessitano attori, regista e sceneggiatura.
Gli attori appaiono demotivati e stanchi, incapaci di credere nella loro parte: questo Ŕ probabilmente da imputare proprio alla regia e alla sceneggiatura che sfiorano l'effetto autopunitivo sullo spettatore senza mai regalare un sussulto trash nÚ tantomeno una vera esperienza di autopunizione.
Le uniche scene degne di un vero "FilmBrutto" sono le sparute scene di azione dove con l'ausilio di armi simil-futuristiche proliferano esplosioni e patetici inseguimenti di maniera in "perfetto" stile Trash-action anni '80.
Un'ultima nota: la presenza tra gli attori di tale Ben Johnson non deve scatenare facili entusiasmi, si tratta di un inutile attore vecchio che nulla ha a che fare con il ben noto sprinter dopato.

Paese USA
Attori principali David Andrews, Melanie Griffith, Ben Johnson, Pamela Gidley
Genere Azione
A chi Ŕ consigliato Per la pennichella dopo il pranzo domenicale
Se ti piace guarda anche Brainscan (e poi noi speriamo di non vederne pi¨)
ReperibilitÓ Media
Voto


="Cherry1"="Cherry2"

Scrivi un commento o leggi cosa dicono di questo film